ivrea

Dal 1983… quanta strada già fatta insieme

L’Università Popolare della terza età e dell’Educazione Permanente di Ivrea nacque nel 1983 su iniziativa del Dr. Giuseppe Fragiacomo, all’epoca direttore della Biblioteca Civica, affiancato dall’Ing. Piero Rozzi, dirigente Olivetti, dal Dr. Plinio Cilento, allora presidente dell’Associazione Spille d’Oro Olivetti e da altre personalità eporediesi, che ottennero il sostegno dell’Amministrazione Comunale e della Curia Vescovile, allora retta da Mons. Luigi Bettazzi.

Oggi la nostra Associazione è al suo 34° anno di attività. Nel corso degli anni si è evoluta, sviluppandosi fino a raggiungere i 1.497 iscritti del 2011. L’Associazione è aperta a tutti i cittadini che abbiano compiuto i 30 anni, senza discriminare grado di scolarità e luogo di residenza, con lo scopo precipuo di favorire processi di socializzazione e di relazioni interpersonali a carattere solidaristico. La nostra attività formativa si suddivide in due categorie: cicli di conferenze (imparare ascoltando) e corsi, laboratori, attività (imparare facendo). La quota annuale di iscrizione dà diritto a partecipare a tutte le conferenze programmate (137 per il prossimo anno accademico). L’iscrizione a corsi, laboratori, attività comporta il versamento di un ulteriore contributo per ciascuno di essi. Le materie di insegnamento, sempre per il prossimo anno, sono complessivamente 65, di cui 25 affrontate nell’ambito delle conferenze e 40 suddivise tra corsi, laboratori ed attività. Per ciascuna materia sono previsti più corsi (orari e livelli diversi), cosicché gli iscritti possono scegliere fra più di cento opzioni. Complessivamente verranno erogate 2.979 ore di lezione. La quota di iscrizione è fissata in 50 euro, mentre il contributo aggiuntivo per ciascun corso, laboratorio o attività è di 10 euro annui (con alcune eccezioni a 40 euro ed una, per il laboratorio di cucina, a 150 euro). Storico Carnevale di IvreaQuanto incassato al momento delle iscrizioni costituisce la nostra unica fonte di entrate. Il Comune di Ivrea, attraverso una convenzione, ci mette a disposizione il locale per la segreteria dell’Associazione e ci consente l’uso di piscina e palestre comunali a prezzi ridotti. Alcuni docenti offrono gratuitamente la propria opera (10% delle lezioni), mentre tutta l’attività amministrativa e gestionale viene svolta da volontari e risulta piuttosto impegnativa, malgrado il supporto fornito dal sistema informativo di cui siamo dotati dal 2006. Fra i nostri iscritti circa 950 dispongono di internet e di posta elettronica. A questo elevato grado di informatizzazione degli associati rispondiamo sia aggiornando assiduamente il nostro sito internet (www.uni3ivrea.it) sia mantenendo contatti costanti attraverso la rete tra i membri del Comitato Direttivo da una parte e rappresentanti di corso e docenti dall’altra. Negli ultimi anni si è verificata una lieve flessione nel numero degli iscritti, che l’anno scorso sono stati circa 1.400. Un calo che ha provocato, per la prima volta, un saldo negativo nella chiusura di bilancio, costringendoci ad intaccare il fondo di riserva, peraltro piuttosto consistente, accumulato nel tempo. Un calo minimo, ma un segnale allarmante, poiché, con l’innalzamento dell’età pensionabile si è sostanzialmente arrestato l’afflusso di nuovi soci in grado di accollarsi il lavoro organizzativo.

Sandro Romussi

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *