pinerolo

Un pò di storia…

L’Unitre di Pinerolo nasce come “service” del Lions Club Pinerolese Host nel 1981, in accordo con la Segreteria Nazionale dell’ Unitre, e incontra il sostegno e la collaborazione del Comune di Pinerolo e dell’Associazione Pro Loco, presso la cui sede la neonata associazione stabilisce la sede legale.

Si apre in concomitanza, grazie all’impegno e alla disponibilità della Prof.ssa Mimma Quattrini, la sezione staccata di Torre Pellice. Il primo anno di corso, 1981/82, vede la disponibilità di dieci docenti e 30 iscritti/associati. L’atto Costitutivo della sede locale è stilato il 12 settembre 1983, alla presenza di 16 soci fondatori, tra i quali l’allora sindaco di Pinerolo, Francesco Camusso,, il vescovo, Mons. Pietro Giachetti, l’avvocato Mario Pignatelli e dall’Unitre Nazionale Giuseppe Campra.

Negli anni successivi si aprono a raggiera molteplici sezioni staccate, Cavour, Bricherasio, Bibiana, Vigone, Perosa, Piscina, Villafranca, Airasca…che man mano diventeranno autonome. Attualmente restano sezioni staccate Bibiana e Vigone.

Gli ormai 35 anni di vita dell’Unitre pinerolese vedono l’avvicendarsi di docenti, studenti, soci impegnati e come direttivo e come collaboratori. Ricordiamone qualcuno: Mario Pignatelli, Antonio Giovannelli, Luigi Rolfo, Ennio Battaglino (Presidente Pro Loco nel 1981 e Vice presidente per decenni dell’Unitre), Augusto Serra, Lidia Novo, senza dimenticare Giovanni Boyer, storico segretario, il Prof. Felice Burdino, da sempre docente dell’Unitre e per anni Vice presidente, le signora Lilia e Aida, rappresentanti studenti e collaboratrici per decenni. La prematura scomparsa di Ennio Battaglino determina le dimissioni di Lidia Novo, dopo undici anni di presidenza (e più di trenta di impegno in Unitre come docente e membro del direttivo).

Dal 2013 guida l’associazione la Prof.ssa Liliana Rasetti (dal 1996 studente, docente dal 1997, dal 2001 direttrice dei corsi, dopo l’impegno dodecennale del Prof. Giovannelli. Pinerolo Nonostante il proliferare di sedi Unitre sul territorio, nell’ultimo decennio gli associati si assestano sui 700/800, dimostrando interesse e partecipazione. Il problema grosso dell’Unitre di Pinerolo sono i locali (in crisi la sede legale presso la Pro Loco, per l’aumentato numero di iscritti delle due associazioni; sede dei corsi due locali del Seminario Vescovile in comodato d’uso.

Continuiamo a sperare che l’Amministrazione Comunale prima o poi trovi una sede comoda e funzionale per la più “grossa” associazione di Pinerolo.

Eventi importanti da ricordare?

Le “feste” particolari ogni 5 anni per ricordare e premiare i soci più fedeli e con maggiore “anzianità” Unitre; l’impegno per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia con un lavoro di approfondimento e di ricerca sul territorio insieme con alcuni insegnanti delle scuole elementari e le loro classi e la partecipazione di docenti e studenti Unitre; i tentativi di confronto e scambio generazionale con giovani neolaureati che hanno accettato con piacere, nonostante gli impegni, di presentare i loro lavori e le loro ricerche. Con alcuni di loro continuerà la collaborazione.

Novità del prossimo Anno Accademico?

  • un corso sulla filosofa Anna Arendt;
  • corsi di storia che spaziano dalla Grecia Antica alla 2a guerra mondiale, alla Resistenza;
  • un percorso mitologico/psicologico sui Miti e noi;
  • un corso sulla geologia del territorio pinerolese;
  • un laboratorio di “Tecnica del respiro e della voce” che ci permetterà di scoprire come “liberare” insieme con la voce le emozioni che possono bloccare il nostro cammino di crescita;
  • l’archeologia industriale, partendo ovviamente dalla situazione piemontese.

www.uni3pinerolo.it

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *